FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed

Recensioni

Il segno pittorico di Giusy come progresso dell’anima


C’è un”quid novitatis” nell’arte pittorica di Giusy Gaglianò, la cui espressione trascende il limite della comune sensibilità per riversarsi nel riverbero nella storia che vivi, anzi – e perché no?! – nella sostanza dell’ infinito a cui aspiri.
Il disegno è arte perché non solo ispirato dalla graficità ma soprattutto in quanto attraverso il “segno” che puoi e devi comprendere hai accesso – il pass come si direbbe oggi – per ulteriori mete di verità. Ma il segno in Giusy è anche progresso dell’anima, interiorità colta e profonda attraverso cui tu puoi cogliere le caratteristiche della comunicazione spirituale: le linee, le curve,i colori, le luci e le ombre altro non sono che eloquenti “espedienti” per raggiungere ciò che più caratterizza l’opera d’arte, l’oggettivazione della visibilità interiore. I quadri sono tanti e in ognuno di essi la Natura,espressione dell’Universale artistico di Giusy, vi lascia il segno: la puoi trovare nelle alberature o nei prati dei paesaggi di campagna, la puoi cogliere nei casolari con le staccionate, la puoi evincere dagli archi  e dai vicoli di paesaggi antichi, la puoi pensare nei volti  espressivi  di chi ti guarda con naturale ingenuità. E anche la notte non comporta chiusura perché “al di là del giorno” la luce chiusa ed ingabbiata sprigiona il chiarore dell’Essere, visibile nella maniera in cui sei degno. Aspirazione recondita all’infinito che è in noi, dicevamo…Eh si, perché i quadri della Gaglianò oltre a sottendere questo desiderio esprimono in senso assoluto la bellezza della vita e l’applicazione umana nel decifrare i suoi più intimi sentimenti. E’ in fondo, una “enarratio spiritualis” che non disdegna l’incontro col senso delle cose e delle circostanze e che, per questo, si fa cultura e pane spezzato per tutti noi.
Giusy Gaglianò è nata a Gioia Tauro (RC) dove vive ed  opera. Ha conseguito il diploma di “Maturità d’Arte applicata” sezione “Arte della Ceramica” presso l’Istituto Statale d’Arte “ M. Guerrisi”di Palmi. Dopo una notevole esperienza artistica in qualità di decoratrice,  si  è distinta come grafico presso lo studio pubblicitario “Advesud”, collaborando altresì presso studi tecnici e non trascurando la sua grande passione per la pittura. Infatti per Giusy la pittura è diario, esercizio dell’espressione, intimo sentire che ti ricorda i grandi memorialisti della storia, o anche – se vuoi – quelli più vicini a noi, quelli del Novecento, un Papini, un Ungaretti tanto per dire o anche un Soffici , per i quali i moti dell’anima si riversano in un foglio o in una tavolozza. Non è l’apparenza quel che conta, ma ciò che tu riesci a capire in questo moto dell’anima. In questo sentire che fai tuo perché ti appartiene o perché ti conduce a comunicare un’esperienza di vita al tuo simile.
Questo è Giusy Gaglianò, e altro ancora!
 

Prof. Filippo Marino  (Testo pubblicato sul mensile "La Piana" febbraio 2008)


                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         

 Pennellate di emozioni
                                                                                
Giusy Gaglianò è nata a Gioia Tauro (RC) dove vive ed opera. Ha conseguito il diploma di "Maturità d'Arte applicata" sezione "Arte della Ceramica" presso l'Istituto statale d'Arte "M. Guerrisi di palmi. Dopo una notevole esperienza artistica in qualità di decoratrice, si è distinta come grafico presso lo studio pubblicitario "Adversud”, collaborando altresì presso studi tecnici e non trascurando la sua grande passsione per l’Arte. La pittura della Gaglianò è intimistica, è la libera espressione del suo pensiero più intimo; ella dona alle sue tele colori forti e pennellate fluide, segno tangibile dei moti del suo animo sensibile. Dotata di una tecnica raffinata, i suoi quadri hanno una luce ben dosata. Nella rappresentazione della natura e nell’irruenza del mare, alcune sue opere si tramutano in vere poesie. La Giusy è attenta ai particolari nella descrizione dei borghi oramai disabitati, oppure della piazze animate dai giochi di fanciulli, sotto gli occhi attenti e vigili delle donne, tutto ciò dona ai suoi quadri una visione realistica ed emozionante; in essi sono descritti ricordi, impressioni e stati d’animo che nel corso della sua vita ha vissuto e narrato, un passato che riemerge che fa piacere rivedere e ricordare nei suoi più piccoli particolari. Una finestra su un tempo passato, un tempo storico che l’umanità ha vissuto fra tormenti, dolori, tragedie. Colori e atmosfere che lasciano un forte segno nel cuore e nei sentimenti, oserei dire opere di forte impatto emotivo. La produzione artistica dell'Artista Gaglianò suscita ammirazione ed entusiasmo.
                                                                                                              Annamaria Niccoli
 

 (Testo pubblicato sul peridioco "EuroArte"  Luglio-Agosto-Settembre 2012)

 

Quadri che trasudano sensibilità. 
L'anima dell'artista spezzettata in pochi centimetri quadrati, ma che si ricompone 
in una visione d'insieme ammirando tutte le opere.

                                                                                                          Pittore Girolamo Ventra

 

Le opere sono delicate poesie come la sensibilità dell‘ artista.

                                                                                                           Nicola Orso

                                                                 

Bellissimi, luminosi, Ad Maiora.

                                                                            Prof.ssa Milena Marvasi

 

Hai una tecnica e una sensibilità d'eccellenza. 
Al prossimo appuntamento: quando avrai fatto i conti con la modernità, 
e con lo spirito del tuo tempo.

                                                                            Prof. Rocco Ruggiero

 

Gli scenari si aprono su un‘ infinito,
dove le quinte vengono lasciate aperte
per dare sfogo ai pensieri più intimi dell'animo …
e dove l'altro cerca d'interpretare i luoghi e le emozioni 
che l'autrice porta in fondo al cuore.
 
                                                                           Arch. Antonella Giovinazzo
 


 
Ars pictorica enarrationem animi semper rogat: est in animo nascens 
ars fieri vult et se praebere prompta ad hominis educationis. 
Ecce artis miraculum: vivere semper magna cum recordatione nostrum...
Vale Giusy fortiter et vitam ama sicut amas fructus tuae artis!
 
                                                                                                                Prof. Philippus Marino

 ........Quando l'arte diventa serenità dell'anima e capacità di rappresentare la natura 

sia nella quiete dei borghi che nella irruenza del mare .....,

grazie all'alta maestria nell'uso dei colori, di luce ed ombre,

ma soprattutto nella cura dei particolari che danno ai quadri un' impronta realistica mai banale,

ma al contrario emozionale ed emozionante.

                                                                                                                  Arch. Cosimo Squillace


 

Nell'ammirare i quadri
della cara amica e artista Giusy
sorprende la sua tecnica preziosa
nel raffigurare su tela
ciò che la natura offre
al nostro sguardo:
quiete serenità bellezza.
Il nostro augurio e che questa sua
innata sensibilità perduri nel tempo
per comunicarci quella gioia che un artista
trae dalla propria creatività.
 
                                                    Prof.ssa Concetta Grazia Abate 
                                                    Carmela Vaticano
 


Nelle tue opere dai colori forti, pastosi e compenetranti
e dalle pennellate fluide e vibranti,
hai impresso la tua personalità a dir poco rara, 
una tecnica eccezionale, che solo negli artisti convinti si trova.

                                                                                    Prof.ssa Rosa Stassi 

 

Dopo tutti questi anni nei quali, in silenzio, hai portato avanti, con i tuoi colori, tutto un programma 
che nessuno conosceva è giunto il momento affinchè questo programma sia a disposizione di tutti.
Affinchè tutti possano confrontarsi con il tuo mondo e rimanere positivamente soggiogati dalla tua 
dialettica pittorica.

                                                                                                                         Scultore  Francesco Cento

 

Il "pennello magico" crea l'atmosfera ed i profumi d'un tempo che tutti vorremmo. La realtà ed il sogno s'incontrano mediante sapienti ed emozionanti stesure cromatiche guidati dalla forza creativa della mirabile artista.

                                                                                               Arch. Prof. Salvatore Pititto